La pagina corrente non esiste nella lingua di destinazione.

Vuoi cambiare la lingua e andare alla pagina iniziale o vuoi rimanere sulla pagina corrente?

Cambia lingua
SOLAR ENERGY
INSTALLATORI E PARTNER

FRONIUS WATTPILOT FAQ

Nozioni di base

Fronius Wattpilot è la soluzione di carica intelligente per tutte le auto elettriche.

Wattpilot è disponibile in due varianti: Wattpilot Home, montato in modo fisso, per la casa (in una variante da 11 kW) e Wattpilot Go mobile, per gli spostamenti.

Il dispositivo può essere gestito tramite l'app Solar.wattpilot, che fornisce anche una panoramica del processo di carica. La soluzione di carica plug-and-play è dotata di due diverse modalità di carica: modalità Eco e modalità Next trip.

Inoltre, Wattpilot è ottimizzato per il fotovoltaico, quindi l'auto può essere caricata in modo particolarmente economico e sostenibile grazie alla commutazione automatica monofase/trifase da 1,38 a 22 kW in incrementi di ampere di energia solare in surplus.

Per la carica di base, è sufficiente collegare Wattpilot all'alimentazione elettrica e collegare l'auto. Per le impostazioni speciali (ottimizzazione del fotovoltaico, modalità di carica, ecc.) è possibile utilizzare l'app Solar.wattpilot.
È possibile integrare Wattpilot in una rete tramite WLAN. Se Wattpilot si trova al di fuori del raggio d'azione della rete WLAN, è possibile potenziare il segnale WLAN utilizzando un ripetitore, un Access Point WIFI o un adattatore PowerLine.
Il periodo di garanzia è di 2 anni. 
Sì, si può. È possibile far funzionare in parallelo tutti i Wattpilot che si desidera. Ciascun Wattpilot deve essere integrato singolarmente nella rete. Tuttavia, l'ottimizzazione FV funziona sempre e solo su un unico dispositivo.
No, Wattpilot comunica con la rete solo mediante WLAN. Rileva la rete WLAN e vi si collega automaticamente. La WLAN si diffonderà sempre di più nei parcheggi, poiché molte nuove auto necessitano di WLAN, ad esempio, per gli aggiornamenti software OTA (over-the-air).
Non è possibile fatturare i costi di carica direttamente nel back-end, quindi non c'è modo di produrre ufficialmente una fattura in kWh. Tuttavia, è possibile registrare la potenza utilizzata per la carica in kWh e registrare individualmente il tempo per ogni chip RFID e processo di carica. Questi dati si possono esportare in un file CSV, che consente di fatturare il tempo di carica (in minuti).
La fornitura di Wattpilot comprende: supporto di montaggio, incluse viti e tasselli, Wattpilot, fusibile in miniatura, antifurto, scheda di reset, chip ID e guida rapida. Sono disponibili in via opzionale: un cavo di tipo 2 (5 m), chip ID (10), un supporto di montaggio supplementare e vari kit di adattatori.
Wattpilot viene prodotto in Austria. 
Wattpilot 2.0 è stato sviluppato sulla base di una modifica normativa (IEC 61851-1:2019 e IEC 62752:2016) che però riguarda solo il produttore. La versione precedente di Wattpilot 2.0 può continuare a essere venduta e utilizzata.
Wattpilot 2.0 è realizzato con un nuovo corpo esterno che assicura una classe di protezione più alta (IP 55 anziché IP 54). Il cavo adattatore per la spina di sicurezza è più corto e la portata WLAN è stata migliorata. Conformemente alla nostra strategia di sostenibilità, vengono utilizzati componenti provenienti dall'Europa per evitare lunghi percorsi di trasporto. Sono inoltre disponibili due nuove versioni di Wattpilot 2.0: Wattpilot Home 22 J 2.0 e Wattpilot Go 22 J 2.0 AUS (per l'Australia). Tutte le funzioni software note, come la carica con l'energia fotovoltaica in surplus, ecc., sono disponibili sia per Wattpilot (1.0) sia per Wattpilot 2.0.

Installazione e avvio

Per la prima messa in funzione di Wattpilot è necessario utilizzare l'app Solar.wattpilot. Wattpilot deve essere connesso a Internet per poter configurare varie impostazioni e accedere da remoto. 
No! Non ci sono controlli aggiuntivi e ricorrenti e quindi non è necessaria alcuna manutenzione.
Il dispositivo è dotato di un modulo di protezione da corrente residua integrato con rilevamento della corrente residua (30 mA CA e 6 mA CC), quindi non è necessario un RCD di tipo B a monte. Per ogni Wattpilot è necessario collegare a monte un RCD di tipo A separato e un interruttore automatico.
Le prese CEE sono progettate per il carico continuo. Tuttavia, è importante assicurarsi che l'installazione sia corretta e che i contatti della spina siano in perfette condizioni (senza sporcizia o ossidazione).
È necessario un inverter Fronius con Fronius Smart Meter sul punto di alimentazione. Sono compatibili con Wattpilot gli inverter Fronius elencati di seguito: SnapINverter da Datamanager 2.0 e GEN24 Plus, nonché IG, IG Plus, IG TL e CL in combinazione con a Datamanager 2.0.

È anche possibile la combinazione con un Fronius Ohmpilot e una batteria con collegamento CC compatibile con dispositivi Fronius.

Wattpilot è utilizzabile anche con altri inverter/dispositivi energetici in combinazione con un Datamanager Box 2.0 e Fronius Smart Meter sul punto di alimentazione. Non è però possibile implementare contemporaneamente altri dispositivi di controllo dell'autoconsumo (batteria, Power2Heat, ecc.), perché i controller possono interferire tra di loro. I carichi all'interno dell'abitazione non sono considerati nella visualizzazione dell'app Solar.wattpilot. 
In questo caso la corrente di carica massima viene automaticamente limitata a 16 A.
Se è installata una spina CEE, le normative stabiliscono che il cavo di collegamento deve essere lungo max. 30 cm. Non è pertanto consentito installare una spina CEE sul cavo di collegamento di Wattpilot Home. Se si necessita di una spina CEE, optare per Wattpilot Go.

Caratteristiche

Puoi modificare la modalità di carica dall'app o premendo un pulsante sul dispositivo.

Al momento non esistono standard ben definiti per la carica intelligente. Per questo è possibile che esistano limitazioni della carica ottimizzata in funzione del prezzo dell'energia elettrica per alcuni modelli d'auto. Fronius cerca di configurare il comportamento di carica ottimale per ogni veicolo. Di seguito riportiamo i modelli d'auto che consentono la carica intelligente:

  • Renault Zoe 
  • Twingo 
  • Kia e-Soul
  • Mitsubishi i-MiEV
  • Citroen C-Zero
  • Peugeot iOn
  • VW ID.3 / ID.4  (il comportamento di carica impone che non si interrompa la carica) 

È possibile selezionare il modello d'auto nell'app Solar.wattpilot in "Impostazioni - Ottimizzazione dei costi - Auto".

No, non è possibile farlo. Puoi però impostarlo in modo che il veicolo venga caricato fino a uno specifico livello di potenza espresso in kWh o km cosicché l'auto elettrica verrà caricata fino a raggiungere il livello impostato entro un determinato periodo di tempo.

Tutte le impostazioni possono essere configurate in locale, connettendosi direttamente all'hot-spot di Wattpilot. L'hot-spot è sempre aperto e protetto da password. Le funzioni che non si possono utilizzare senza connessione di rete sono le seguenti:

  • Accesso remoto all'app via Internet
  • Associazione all'impianto fotovoltaico (carica ottimizzata per il fotovoltaico)
  • Uso delle tariffe orarie in cui l'energia elettrica costa di meno
  • Aggiornamenti software
No, non è possibile farlo con Fronius Wattpilot. 
La Next Trip Mode si assicura che il tuo veicolo sia sufficientemente carico per il prossimo viaggio. Guarda il video per scoprire come utilizzare la Next Trip Mode.
I chip RFID permettono di gestire più utenti di un Wattpilot. Guarda questo video per ulteriori informazioni.
È possibile utilizzare Wattpilot in combinazione con batterie di accumulo collegate sul lato CC compatibili Fronius e con Fronius Ohmpilot. Si possono specificare i valori di soglia sia per la batteria (stato di carica in %) sia per Ohmpilot (temperatura in °C). Non appena i valori di soglia vengono raggiunti, i valori di corrente attuali della batteria e di Ohmpilot vengono considerati come energia in surplus. Ciò significa che è possibile considerare anche la presenza di una batteria o di un Ohmpilot all'interno dell'impianto. L'interfaccia Web dell'inverter consente di assegnare varie priorità di carica a Wattpilot, Ohmpilot e alla batteria.
L'ottimizzazione per il fotovoltaico può essere utilizzata solo da un Wattpilot alla volta. È però possibile azionare più soluzioni di carica Wattpilot a intervalli scaglionati. Le tariffe orarie più convenienti, invece, si possono utilizzare per più dispositivi contemporaneamente.
Certo! È possibile attivare e disattivare agevolmente l'ottimizzazione FV e l'utilizzo della tariffa oraria più conveniente nell'app. In questo modo, un utente senza impianto fotovoltaico può utilizzare le tariffe orarie più convenienti. Viceversa, gli utenti che possiedono un impianto fotovoltaico possono utilizzare le modalità di carica senza sfruttare le tariffe orarie più convenienti. E, come ci si aspetterebbe, entrambe le opzioni possono essere utilizzate contemporaneamente.
Sì, si può! Si può specificare da sé questa impostazione dall'app. Questo permette anche di definire lo squilibrio massimo fase-carico di Wattpilot.
Sì, l'ottimizzazione per il fotovoltaico può essere implementata anche con gli inverter non di Fronius. Gli inverter non di Fronius devono però essere utilizzati in combinazione con un Fronius Datamanager Box 2.0 e un Fronius Smart Meter sul punto di alimentazione. Tolto questo, non si devono implementare altre soluzioni di gestione energetica (batteria, Power2Heat, ecc.), poiché i sistemi di controllo possono causare guasti. I carichi all'interno dell'abitazione non sono compresi nella visualizzazione dell'app Solar.wattpilot.
L'ottimizzazione FV avviene in incrementi di ampere individuali ed è fornita di serie a partire dal tipo 2.
Ciò significa che sono possibili incrementi di carica di circa 230 W (monofase) o circa 690 W (trifase). Il vantaggio è che la gamma di potenza dell'impianto fotovoltaico può essere utilizzata con la massima efficienza (potenza di carica da 1,38 kW a 22 kW). La commutazione funziona sui veicoli dotati di caricabatterie di bordo trifase o bifase.
Sì, il software di Wattpilot viene aggiornato regolarmente. Se Wattpilot è collegato a Internet, l'installazione degli aggiornamenti è molto semplice. 
Sì, si può. Il chip ID deve essere collegato separatamente per ogni Wattpilot. 
Nell’app Solar.wattpilot, è possibile attivare la carica con l’energia FV accumulata e sfruttare alcune impostazioni avanzate. Nel video mostriamo come funziona.
Wattpilot esegue la carica per almeno 5 minuti per proteggere i relè.
Con le tariffe flessibili dell’elettricità Lumina Strom HOURLY e aWattar HOURLY puoi ricaricare il tuo veicolo con Wattpilot a costi ottimizzati. Il video spiega l’attivazione nell’app Solar.wattpilot.
Si carica all'intensità di corrente impostata. Non è necessario reimpostare i valori limite dell'elettricità. 
La tariffa elettrica variabile può essere attivata in “Impostazioni” - “Ottimizzazione dei costi”. A seconda della disponibilità specifica del Paese, è possibile memorizzare tariffe concrete o zone di offerta. Una zona di offerta è un’area geografica definita del mercato dell’energia in cui l’elettricità viene scambiata al prezzo di mercato corrente. Se si utilizza una zona di offerta in combinazione con Wattpilot, i sovrapprezzi aggiuntivi della tariffa elettrica concreta utilizzata devono essere sommati manualmente.
Sì, l'interfaccia può essere utilizzata per controllare il Wattpilot tramite l'app Solar.wattpilot. Per motivi di sicurezza, questa interfaccia è crittografata e non disponibile in chiaro.
Wattpilot può essere resettato alle impostazioni di fabbrica utilizzando la scheda di reset RFID in dotazione.
Sì, Wattpilot dispone dell’Open Charge Point Protocol (OCPP) 1.6 J, un’interfaccia standardizzata per le stazioni di ricarica. L’interfaccia può essere utilizzata, ad esempio, per finalità di gestione del carico, visualizzazione o creazione di report di carica.
Le impostazioni per Dynamic Load Balancing vengono effettuate nell’app Solar.wattpilot.
Sì, questa impostazione può essere attivata nell’app Solar.wattpilot in “Impostazioni” - “Load Balancing” - “Dynamic Load Balancing”. Questa impostazione è necessaria se la capacità massima di trasporto di corrente della linea di alimentazione alle stazioni di ricarica Wattpilot è inferiore alla protezione del fusibile nel punto di allacciamento dell’abitazione. In questo modo si evita l’intervento dell’interruttore automatico della linea di alimentazione.
Con il timer di ricarica è possibile bloccare o consentire la ricarica in determinati orari. Ciò consente, ad esempio, di utilizzare tariffe elettriche più convenienti durante la notte. Il timer di ricarica può essere attivato nell’app Solar.wattpilot sotto “Impostazioni” - “Timer di ricarica”. Con l’impostazione aggiuntiva “Consenti/blocca ricarica + accumulo FV”, la ricarica (rete e accumulo FV) è consentita/bloccata durante il periodo definito. Tuttavia, l’accumulo FV viene comunque caricato durante i periodi di blocco.

APP

Puoi scaricarla dal Google Play Store (Android) e dall'Apple App Store (iOS).
Sì, è possibile con l'app Solar.wattpilot.
Inglese, tedesco, francese, italiano, olandese, svedese, spagnolo, ungherese e finlandese
Nel video viene spiegato il significato di tutti i parametri presenti nel menu Details dell’app Solar.wattpilot.
Tutte le informazioni relative alla quantità di energia caricata sono visualizzate nell'app Solar.wattpilot.
Per poter assegnare una nuova password, Wattpilot deve essere reimpostato ai valori di fabbrica.

Manutenzione

Su Wattpilot è possibile ripristinare le impostazioni di fabbrica utilizzando la scheda di reset RFID in dotazione.
L'installatore del Wattpilot deve creare un caso di assistenza per il Wattpilot interessato su Fronius Solar.SOS. Includi il numero di serie, la fattura di acquisto e una foto della targhetta dati.
Wattpilot è connesso a Internet via WLAN. Le impostazioni vengono regolate nell’app Solar.wattpilot.
  • Controlla l'app Solar.wattpilot alla voce "Impostazioni" - "Ottimizzazione dei costi" - "Auto" - "Scegli percorso".
  • Assicurati che il cavo di carica e il caricabatterie di bordo dell'auto supportino la carica trifase.
  • Controlla l'app dell'auto per verificare la presenza di eventuali impostazioni che limitino la carica monofase.
Assicurati di aggiornare prima l'app Fronius Solar.wattpilot alla versione più recente.
Verifica la potenza del segnale WLAN della rete sul Wattpilot. Per una connessione stabile, l'app Fronius Solar.wattpilot dovrebbe rilevare il WLAN con una potenza di almeno il 50%.
Aggiorna i componenti all'ultima versione del firmware. Per gli inverter GEN24 con versione firmware 1.14.110-1 o superiore, assicurati che Solar API sia attivata nell'interfaccia utente dell'inverter alla voce "Comunicazione" - "Solar API". Assicurati inoltre che l'inverter e Wattpilot siano all'interno della stessa rete IP, soprattutto se si utilizzano delle sottoreti.
Qualsiasi alterazione o modifica del dispositivo senza previa autorizzazione del produttore può comportare la perdita della garanzia.

Fronius Solar.web

Puoi aggiungere Wattpilot al tuo impianto fotovoltaico in Fronius Solar.web dalla scheda "Impostazioni" - "Componenti". 

Se non hai ancora creato un impianto fotovoltaico in Fronius Solar.web, registrati su www.solarweb.com e aggiungi Wattpilot e un inverter associato quando crei il nuovo impianto fotovoltaico. Quando si aggiunge Wattpilot a Fronius Solar.web, si consiglia che Wattpilot disponga di connessione Internet e sia associato all'inverter. Si può aggiungere Wattpilot a Fronius Solar.web anche offline, ma i dati di Wattpilot verranno visualizzati solo quando il dispositivo sarà online e associato.
Sì, è possibile aggiungere più Wattpilot a un impianto fotovoltaico in Fronius Solar.web.

Per visualizzare i dati di Wattpilot in Fronius Solar.web, verificare quanto segue:

  • Wattpilot (e l'inverter) devono essere aggiunti all'impianto fotovoltaico in Fronius Solar.web nella scheda "Impostazioni" - "Componenti". Se questa scheda non viene visualizzata, chiedi all'installatore di assegnarti i diritti "Owner" o "Supervisor" per l'impianto fotovoltaico.
  • Sia Wattpilot sia l'inverter associato devono essere connessi a Internet. Wattpilot necessita della versione firmware 36.0 o superiore.
  • Puoi aggiornare Wattpilot nell'app Solar.wattpilot nella scheda "Internet".
  • Wattpilot deve essere associato all'inverter. Per farlo, vai alla scheda "Impostazioni" - "Ottimizzazione costi" nell'app Solar.wattpilot.
  • Se l'inverter associato è un GEN24 o Tauro, è necessaria la versione firmware 1.12 o superiore. Puoi aggiornare l'inverter in Fronius Solar.web dalla scheda "Impostazioni" - "Componenti".

Se Wattpilot non è connesso a Internet (ad es. perché il segnale WLAN è debole), i dati attuali e cronologici non sono disponibili in Fronius Solar.web. I dati cronologici non verranno ripristinati quando il Wattpilot si riconnette a Internet.

Inoltre, i dati di Wattpilot vengono visualizzati solo se Wattpilot è associato a un inverter dello stesso impianto fotovoltaico in Fronius Solar.web. I dati non vengono visualizzati in Fronius Solar.web, ad esempio, quando si usa Wattpilot Go mentre si è in viaggio.

Wattpilot deve essere associato al nuovo inverter nell'app Solar.wattpilot alla scheda "Impostazioni" - "Ottimizzazione costi". L'inverter deve essere sostituito in Fronius Solar.web alla scheda "Impostazioni" - "Componenti". Dopo di che, tutti i dati di Wattpilot verranno di nuovo visualizzati in Fronius Solar.web.

We think you are located in a different country

The country currently selected is Italy. Would you like to stay on this page or do you want to switch to the local website?

Condizioni generali di consegna e pagamento

1. APPLICABILITÀ

1.1 Per le consegne e altre prestazioni eseguite dall’Azienda, nonché per i pagamenti all’Azienda si applicano esclusivamente le presenti Condizioni di consegna e pagamento. In assenza di disposizioni attuabili, si applicano a titolo integrativo le norme del diritto svizzero. Eventuali condizioni di contratto del Committente divergenti dalle presenti condizioni sono da considerarsi vincolanti solo se espressamente accettate dall’Azienda per iscritto o tramite fax.

1.2 Con l’accettazione della merce o della prestazione, il Committente riconosce l’esclusiva applicabilità delle Condizioni di consegna e pagamento dell’Azienda.

2. OFFERTE

2.1 Le offerte dell’Azienda non sono da considerarsi vincolanti, salvo nel caso in cui l’offerta stessa non riporti espressamente un termine vincolante. La documentazione allegata alle offerte, quali disegni, illustrazioni, modelli e campioni, nonché le specifiche relative a dimensioni, peso, prestazioni e consumi, contengono e/o sono unicamente indicazioni approssimative e, se non diversamente previsto, non sono da ritenersi caratteristiche specificamente concordate. L’Azienda si riserva il diritto di apportare modifiche strutturali.

2.2 Tutti i diritti di proprietà e i diritti d’autore riguardo a preventivi di spesa, disegni e qualunque altro documento o vademecum sono riservati; la suddetta documentazione non dovrà pertanto essere resa accessibile a terzi né utilizzata per scopi di terzi.

3. ACCETTAZIONE DELL’ORDINE E ACCORDI ACCESSORI

L’accettazione di un ordine, nonché eventuali impegni o accordi accessori presi dai dipendenti dell’Azienda, così come integrazioni e modifiche di qualsivoglia natura, sono considerati vincolanti solo se confermati dall’Azienda stessa per iscritto o tramite fax o e-mail.

4. PREZZI E CONDIZIONI DI PAGAMENTO; COMPENSAZIONE

4.1 I prezzi sono sempre quelli di listino validi il giorno della consegna. I prezzi sono da intendersi franco stabilimento (EXW [Secondo gli Incoterm vigenti]), tuttavia non sono comprensivi di imballaggio, assicurazione, carico della merce all’interno dello stabilimento e IVA o imposta sul valore aggiunto dei servizi; l’imballaggio non viene ritirato.

4.2 I pagamenti sono da corrispondere in contanti, senza alcuna detrazione né costi aggiuntivi, entro 30 giorni dalla data della fattura. L’Azienda si riserva il diritto di stabilire quali crediti o quote di crediti possano compensare i pagamenti del Committente.

4.3 Qualora si rendano necessarie modifiche nell’evasione dell’ordine dovute a circostanze imputabili al Committente, quest’ultimo è tenuto a sostenere tutte le spese supplementari correlate.

4.4 In caso di ritardato pagamento, l’Azienda ha il diritto di addebitare gli interessi di mora ad un tasso superiore di dieci punti percentuali al rispettivo tasso d’interesse di base corrente stabilito dalla Banca Nazionale Svizzera (BNS), più i costi di sollecito, per un ammontare annuale minimo pari al 12% del credito complessivo. Non si escludono ulteriori penalità di mora, in particolare la richiesta di un eventuale risarcimento danni. 

4.5 La ritenzione dei pagamenti o la compensazione con eventuali crediti di contropartita del Committente che siano contestati dall’Azienda non è consentita.

4.6 In qualsiasi momento, l’Azienda ha il diritto di compensare i crediti dovuti al Committente con eventuali crediti vantati nei confronti dello stesso Committente.

4.7 Per le prestazioni in situ (montaggio, riparazione, manutenzione e interventi similari) l’Azienda addebita la tariffa oraria e il costo del materiale applicabili al termine della prestazione, oltre alle maggiorazioni previste per eventuali ore di lavoro straordinario, notturno, domenicale e festivo; i tempi di viaggio e di attesa sono considerati come lavorativi. Le spese di viaggio, nonché eventuali diarie e spese di pernottamento, vengono fatturate separatamente.

5. ADEMPIMENTO CONTRATTUALE, SPEDIZIONE E RITARDO

5.1 Il termine di consegna inizia a decorrere dalla data di invio della conferma d’ordine, il termine di prestazione per i lavori di montaggio, manutenzione o riparazione dalla data di cessione dell’apparecchio; in ogni caso, la decorrenza di tali termini ha inizio non prima che siano trascorsi 14 giorni dalla presentazione da parte del Committente della documentazione dovuta (ad es. disegni tecnici, progetti, ecc.), delle autorizzazioni o approvazioni o dal versamento dell’acconto concordato. Il termine di consegna o di prestazione è da considerarsi rispettato qualora l’Azienda abbia comunicato al Committente la propria disponibilità alla consegna o alla prestazione prima della scadenza di tale termine; se in virtù di accordi particolari l’Azienda è tenuta alla spedizione o al recapito, il termine di consegna o di prestazione è da considerarsi rispettato ove l’oggetto della consegna o della prestazione abbia lasciato lo stabilimento prima della scadenza di tale termine.

5.2 I termini di consegna e di prestazione saranno opportunamente prorogati in caso di impedimenti imprevisti che non rientrino nella sfera di influenza dell’Azienda, ad esempio interruzione dell’attività dello stabilimento, assenza massiccia dei dipendenti, scioperi illegali, ritardi nella consegna di materie prime o componenti essenziali o similari, così come in caso di circostanze imputabili al Committente, ammesso che tali impedimenti o circostanze siano rilevanti ai fini del superamento dei termini. I suddetti impedimenti o circostanze annullano per la rispettiva durata le conseguenze di un ritardo per il quale l’Azienda sarebbe altrimenti responsabile; eventuali obblighi di pagamento di penali concordati nel caso specifico decadono totalmente ed automaticamente. L’inizio e la fine dei summenzionati impedimenti saranno prontamente comunicati. Il verificarsi di tali impedimenti autorizza l’Azienda a recedere totalmente o parzialmente dal contratto; in tal caso, il Committente non potrà richiedere alcun risarcimento danni.

5.3 Qualora i termini di consegna o di prestazione pattuiti o prorogati secondo la clausola 5.2 vengano superati di oltre quattro settimane, il Committente ha il diritto di recedere dal contratto, avendo concesso all’Azienda una proroga di almeno 14 giorni, mediante lettera raccomandata; il Committente non potrà in tal caso richiedere alcun risarcimento danni, eccetto nel caso in cui sia dimostrabile una colpa grave da parte dell’Azienda.

5.4 Qualora il Committente incorra in una perdita causata da un ritardo imputabile all’Azienda, gli spetta un risarcimento pari allo 0,5% per ogni settimana di ritardo, fino ad un massimo del 5%, del valore della fornitura che non potrà essere utilizzata in tempo utile o per gli scopi previsti a causa del ritardo. Nel caso di altre prestazioni, il risarcimento ammonterà al 5% del compenso pattuito. Si escludono ulteriori richieste di risarcimento danni così come richieste di risarcimento per danni dovuti a ritardi dei fornitori dell’Azienda, eccetto nel caso in cui sia dimostrabile una colpa grave da parte dell’Azienda stessa.

5.5 Qualora l’Azienda si sia impegnata a spedire la merce, l’Azienda stessa si riserva il diritto di definire tipo e modalità di spedizione. La spedizione avviene sempre a rischio e a spese del Committente. L’Azienda risponde di eventuali danni soltanto nel caso in cui sia dimostrabile una colpa grave. L’Azienda stipula un’assicurazione sul trasporto o un’assicurazione danni unicamente su richiesta e a carico del Committente.

5.6 L’Azienda ha il diritto di eseguire consegne parziali.

5.7 Il rispetto del termine di consegna presuppone l’adempimento degli obblighi contrattuali da parte del Committente per quanto concerne i casi ancora aperti.

5.8 Qualora la spedizione venga ritardata per una circostanza imputabile al Committente, questi dovrà sostenere tutte le spese supplementari derivanti, come ad esempio le spese di magazzinaggio presso lo stabilimento dell’Azienda, per un ammontare mensile minimo pari allo 0,5% dell’importo della fattura. In tal caso, inoltre, l’Azienda ha il diritto di concedere al Committente una proroga di massimo 14 giorni e, in caso di inadempienza persistente, disporre diversamente e a propria discrezione dell’oggetto della consegna e rifornire il Committente entro un termine opportunamente prorogato oppure recedere dal contratto e richiedere un risarcimento danni per inadempienza contrattuale. In quest’ultimo caso, senza dover fornire particolari prove, l’Azienda ha il diritto di esigere come indennizzo il 10% del compenso previsto; in presenza di prove pertinenti, l’Azienda potrà inoltre richiedere un risarcimento per il danno conseguente. 

5.9 La merce ordinata a consegna dilazionata o senza clausola di spedizione deve essere presa in consegna entro tre mesi. Se la scadenza non viene rispettata, si applica quanto riportato alla clausola 5.8.

5.10 Per le prestazioni in situ (clausola 4.7), il Committente è tenuto a mettere a disposizione dell’Azienda, in tempo utile e gratuitamente, le attrezzature e il materiale ausiliario necessari (p.es. argani, guide, energia elettrica, ecc.), anche qualora il montaggio sia compreso nel prezzo (clausola 4.1) oppure sia stato concordato un prezzo forfettario. Eventuali lavori necessari per predisporre la struttura al montaggio da parte del Committente, ad es. interventi edilizi, dovranno essere ultimati prima dell’arrivo degli installatori. Il Committente è altresì tenuto ad adottare le misure di sicurezza necessarie per la protezione di persone e cose. L’Azienda si assume la responsabilità per il personale ausiliario, le attrezzature e il materiale ausiliario all’occorrenza affidatile soltanto nel caso in cui venga dimostrata una colpa grave da parte dell’Azienda stessa.

6. TRASFERIMENTO DEL RISCHIO

6.1 Il rischio si trasferisce al Committente non appena l’oggetto della consegna o l’oggetto sul quale sono stati eseguiti lavori di manutenzione, riparazione o interventi di altro tipo lascia lo stabilimento. Lo stesso vale per le consegne parziali o nei casi in cui l’Azienda abbia sostenuto le spese di spedizione o di recapito, di installazione, di montaggio o di prestazioni similari. Qualora la manutenzione, riparazione o altra prestazione venga eseguita all’interno della proprietà del Committente, il rischio si trasferisce a quest’ultimo non appena viene comunicata l’ultimazione dei lavori.

6.2 Qualora la spedizione o il recapito subisca ritardi per motivi non imputabili all’Azienda, il rischio si trasferisce al Committente non appena gli viene comunicata la disponibilità alla consegna.

7. RISERVA DI PROPRIETÀ, RECESSO

7.1 L’oggetto della consegna resta di proprietà dell’Azienda sino all’avvenuto saldo integrale, da parte del Committente, del credito del prezzo d’acquisto e di tutti i crediti spettanti all’Azienda, indipendentemente dal motivo giuridico. 

7.2 Il Committente è autorizzato a rivendere l’oggetto della consegna, quand’anche rielaborato o in combinazione con altri beni, unicamente nell’ambito della normale attività dell’impresa; tale facoltà viene tuttavia esclusa nel caso in cui i crediti derivanti vengano ceduti a terzi o siano soggetti ad un divieto di cessione, in caso di insolvenza da parte del Committente o di ritardo nell’adempimento degli obblighi contrattuali. Al Committente non è concesso di disporre diversamente dell’oggetto della consegna. In caso di pignoramento, confisca o altre disposizioni da parte di terzi, il Committente è tenuto ad informare tempestivamente l’Azienda. I costi d’intervento legati alla rivendicazione della proprietà da parte dell’Azienda sono a carico del Committente.

7.3 Il Committente cede sin da ora all’Azienda i crediti e altri diritti derivanti dalla rivendita, dal noleggio o dalla locazione, nonché dalla concessione in leasing, anche nel caso in cui l’oggetto della consegna sia stato precedentemente rielaborato o combinato con altri beni; in tal caso, il Committente dovrà riportare un’annotazione pertinente nei registri di sua proprietà. Nel caso in cui l’oggetto della consegna sia rivenduto o ne venga concesso l’utilizzo unitamente ad altri beni, indipendentemente dal fatto che sia stato combinato o meno con tali beni o sottoposto a rielaborazione, il credito ceduto sarà pari al prezzo d’acquisto spettante all’Azienda. Non si escludono in tal caso ulteriori diritti ad un risarcimento danni.

7.4 Il Committente è autorizzato a riscuotere i crediti e a far valere ulteriori diritti soltanto una volta assolti i propri obblighi di pagamento nei confronti dell’Azienda e/o qualora non si dimostri insolvente.

7.5 In caso di violazione del contratto da parte del Committente, in particolare in caso di ritardo nel pagamento o in altra prestazione o ancora in caso di insolvenza, l’Azienda potrà, a propria discrezione, recedere dal contratto senza concedere altre dilazioni oppure ritirare in qualsiasi momento l’oggetto della consegna o vietarne l’utilizzo pur mantenendo in vigore il contratto. L’Azienda ha altresì il diritto di rivendere privatamente l’oggetto della consegna ritirato; il ricavato verrà scalato dai crediti aperti verso il Committente previa detrazione di un onorario di gestione pari al 10% del ricavo realizzato. In caso di recesso dal contratto, come compenso per l’uso dovuto fino alla restituzione l’Azienda addebita al Committente il 5% del valore ricalcolato, ammesso che l’oggetto della consegna non abbia subito un deprezzamento maggiore.

8. GARANZIA

8.1 L’Azienda non garantisce per divergenze di dimensioni, peso e qualità consuete in ambito commerciale o tollerabili secondo gli standard ÖNORM, EN o DIN o secondo le norme dell’Associazione Svizzera degli Elettrotecnici, così come per informazioni sull’idoneità dell’oggetto della consegna allo scopo previsto dal Committente o altrimenti ad un determinato scopo. 

8.2 Pur fornendo, da parte nostra, la garanzia circa la correttezza delle istruzioni di lavorazione, dei manuali d’uso e di funzionamento e del servizio di consulenza al cliente, rimangono di assoluta responsabilità del Committente il rispetto e l’osservanza di regolamenti normativi o di altra natura contestualmente all’utilizzo degli articoli forniti, nonché il collaudo e la verifica di detti articoli per accertarne l’adeguatezza rispetto alla finalità d’uso prevista. Per eventuali istruzioni che si discostino dalle nostre istruzioni scritte di lavorazione o dai contenuti dei manuali d’uso e di funzionamento, risponderemo solo nel caso in cui dette differenze siano state precedentemente confermate per iscritto a mezzo lettera, fax o e-mail.

8.3 Gli oggetti della consegna e le prestazioni devono essere controllati dal Committente immediatamente dopo l’accettazione; eventuali difetti devono essere immediatamente segnalati, non appena vengono riscontrati, per iscritto o tramite fax o e-mail, fornendo il numero e la data della conferma d’ordine, della bolla di consegna o della fattura oltre al numero seriale e al numero di commissione. Qualora il Committente non provveda alla segnalazione immediata, non potrà più far valere alcun diritto di garanzia né diritto ad un risarcimento danni per il difetto stesso e per l’erronea asserzione dell’assenza di difetti nella consegna o nella prestazione. Nella segnalazione dovrà essere precisato quali oggetti della consegna o prestazioni risultano difettosi, l’entità dettagliata dei difetti e in quali circostanze concomitanti si sono manifestati tali difetti. Ogni singolo difetto deve essere descritto con precisione. Eventuali costi derivanti da segnalazioni non giustificate o contrarie alle condizioni del presente contratto dovranno essere rimborsati all’Azienda dal Committente.

8.4 In caso di interventi di riparazione e manutenzione, la nostra garanzia si limiterà ai soli servizi effettivamente resi. Per le garanzie di buon funzionamento di impianti, macchine, software o simili non integralmente di nostra fornitura, sarà nostra cura fornirle unicamente se ci siamo impegnati, indipendentemente dalla fornitura di eventuali componenti da parte del Committente o di terzi, a realizzare l’intero impianto (macchina o simili) in quanto unità completa e se il funzionamento difettoso non è attribuibile a informazioni incomplete o inesatte da parte del Committente.

8.5 Se non diversamente concordato, il periodo di garanzia è di 24 mesi. A partire dal 13° mese, tuttavia, la garanzia dell’Azienda si limita alla cessione gratuita del materiale necessario all’eliminazione dei difetti; da questo momento in poi è escluso qualsivoglia altro diritto di garanzia che esuli da quanto precedentemente menzionato. Tale periodo si applica anche in caso di consegna di beni da considerarsi immobili e nel caso di interventi eseguiti su beni immobili o da considerarsi come tali. Il periodo di garanzia inizia a decorrere con il trasferimento del rischio (6.). In qualsiasi caso, il Committente è tenuto a dimostrare che i difetti riscontrati entro il periodo di garanzia erano già presenti al momento del trasferimento del rischio.

8.6 Nei casi coperti da garanzia l’Azienda si riserva il diritto, a propria discrezione ed entro un periodo ragionevole non inferiore alle 4 settimane, di sostituire l’oggetto difettoso o i rispettivi componenti difettosi con un oggetto o componenti funzionanti, oppure di riparare il guasto, di concedere al Committente una nota di accredito corrispondente alla diminuzione di valore oppure di annullare il contratto, a condizione che il difetto non sia di lieve entità. La sostituzione dell’oggetto o di pezzi o componenti dell’oggetto non implica alcuna proroga del periodo di garanzia. Tuttavia, se il periodo di garanzia rimanente, includendo in tal senso anche il periodo in cui la garanzia dell’Azienda si limita alla cessione gratuita del materiale necessario (clausola 8.5), è inferiore a dodici mesi, il termine di garanzia relativo all’oggetto, ai pezzi o ai componenti sostituiti viene esteso a dodici mesi. Gli oggetti, i pezzi e i componenti sostituiti diventano di proprietà dell’Azienda. Eventuali costi derivanti da un intervento o da un tentativo di eliminazione dei difetti eseguito dal Committente o da terzi non saranno rimborsati. 

8.7 Se necessario e accettabile dal Committente, l’oggetto della consegna o della prestazione o i singoli componenti difettosi devono essere, su richiesta dell’Azienda, immediatamente rispediti o personalmente ritornati, a rischio e a spese del Committente, pena la decadenza di tutti gli obblighi di garanzia.

8.8 Il Committente non è autorizzato a rifiutare pagamenti sulla base di rivendicazioni di garanzia o controrivendicazioni che non siano riconosciute dall’Azienda.

8.9 Si esclude qualsivoglia diritto di garanzia in favore del Committente nel caso in cui le istruzioni di installazione e le istruzioni per l’uso fornite dall’Azienda o richieste alla stessa dal Committente non vengano osservate, oppure nel caso in cui l’utente non sia stato obbligato ad osservare tali istruzioni o parti di esse; nel caso in cui il montaggio non sia stato eseguito adeguatamente e conformemente alle norme, in particolare da personale autorizzato; nel caso in cui l’oggetto della consegna o della prestazione sia stato sottoposto a riparazioni o altri interventi senza il consenso dell’Azienda; in caso di utilizzo scorretto o di messa in funzione nonostante la presenza di dispositivi di sicurezza guasti; nel caso in cui l’oggetto della consegna sia stato portato fuori dal territorio contrattuale senza il consenso dell’Azienda; nel caso in cui venga utilizzato in modo non conforme alle indicazioni fornite o per scopi non previsti e inadeguati; e ancora, nel caso in cui i difetti siano riconducibili all’azione di corpi estranei, influenze chimiche, sovratensioni, comportamento di terzi o a cause di forza maggiore. La presente clausola è altresì applicabile in riferimento alla naturale usura dell’oggetto.

8.10 La garanzia è altresì esclusa qualora l’Azienda sia stata incaricata di eseguire riparazioni, modifiche o adattamenti su oggetti usati o abbia ricevuto l’incarico di fornire oggetti usati.

8.11. Inoltre si esclude ogni forma di garanzia da parte nostra, laddove il Committente utilizza gli oggetti o i servizi da noi forniti con componenti non di nostra produzione o non originali, il cui utilizzo non sia stato esplicitamente consigliato da parte nostra.

8.12. In aggiunta ai diritti del Committente elencati al punto 8.6, nel caso degli inverter per sistemi fotovoltaici, la garanzia ha validità secondo le condizioni di garanzia di Fronius, consultabili alla pagina http://www.fronius.com/it-it/italy/energia-solare/prodotti/tutti-i-prodotti/soluzioni/soluzioni-di-assistenza-fronius/garanzie-fronius/garanzie-fronius.

9. RISARCIMENTO DANNI E RESPONSABILITÀ DEL PRODUTTORE

9.1 L’Azienda fornisce una garanzia illimitata per danni di qualsivoglia natura soltanto a condizione che il Committente dimostri che il danno sia stato causato deliberatamente dall’Azienda. Tali rivendicazioni possono essere fatte valere in giudizio esclusivamente entro sei mesi dalla constatazione del danno.

9.2 Nel caso in cui terzi presentino ricorso contro l’Azienda per oggetti prodotti e consegnati conformemente ai disegni, progetti, modelli o altri documenti forniti dal Committente, quest’ultimo è tenuto a esonerare l’Azienda da azioni legali o richieste di indennizzo.

9.3 Durante l’utilizzo degli impianti, delle macchine o di altri oggetti forniti dall’Azienda, il Committente è tenuto ad osservare scrupolosamente tutte le normative di sicurezza, le disposizioni tecniche, le normative di installazione e le istruzioni per l’uso, con particolare riguardo verso le normative applicabili in campo elettrotecnico; il Committente è tenuto altresì a consentire l’utilizzo unicamente a personale specializzato ed autorizzato. Qualora terzi rivendichino nei confronti dell’Azienda diritti connessi a prodotti del Committente, sulla base della normativa vigente in materia di responsabilità del produttore o di disposizioni analoghe, l’Azienda si riserva di far valere i diritti di rivalsa nei confronti del Committente.

9.4. Ogni garanzia decade nel caso di danni provocati dall’impiego o utilizzo di oggetti di nostra fornitura insieme a parti fornite da terzi o parti non originali, senza previa indicazione esplicita da parte nostra.

 

10. CONSENSO PRIVACY

Il Committente esprime il proprio consenso a rilevamento, elaborazione e utilizzo dei dati personali (come nome, indirizzo, e-mail) da parte di Fronius International GmbH e delle affiliate - ed evtl. anche mediante fornitori incaricati - finalizzati alla trasmissione di informazioni su prodotti e servizi di qualsiasi tipo (per es. posta, mail, newsletter, e simili). Si esclude la trasmissione dei dati a terzi oltre i limiti suddetti (fatta eccezione per gli obblighi di informazione di natura legale o giudiziaria). Il consenso può essere revocato per iscritto in qualsiasi momento, e, inoltre, ogni newsletter contiene un collegamento per la disdetta.

11. DISPOSIZIONI CONCLUSIVE

11.1 Per le controversie giuridiche concernenti consegne, prestazioni di altro tipo o pagamenti, unico foro competente è Rümlang. Tuttavia, l’Azienda si riserva il diritto di muovere causa al Committente presso il foro competente per territorio e materia secondo le norme applicabili per la sede commerciale o la residenza del Committente.

11.2 Tutte le controversie giuridiche derivanti dal contratto o ad esso connesse sono regolate dal diritto svizzero; il diritto di compravendita internazionale (Convenzione ONU) non trova applicazione.

 

12. DISPOSIZIONI SPECIALI PER IL SOFTWARE FORNITO IN DOTAZIONE O SEPARATAMENTE

In caso di software fornito in dotazione o separatamente (di seguito “software”) le presenti Condizioni Generali di Consegna e Pagamento troveranno applicazione solo nella misura in cui le disposizioni di seguito elencato o specificamente concordate con il Committente non siano discordanti.

12.1 AMBITO DI UTILIZZO

 

12.1.1 Tutti i diritti di proprietà intellettuale, come diritti d’autore, diritti sui marchi, prototipi, brevetti, utilizzo dei modelli e know-how, così come nello specifico invenzioni protette da brevetto, esperienze commerciali, segreti industriali, e simili, sono di nostra appartenenza, ossia del concessionario di licenza, indipendentemente dal momento in cui il Committente ne è stato messo a conoscenza. Dopo aver pagato il compenso pattuito, il Committente ha il diritto di utilizzare il software solo per proprio conto e nel limite del numero di licenze acquistate. Il presente contratto definisce semplicemente l’acquisto di un consenso all’utilizzazione. In conformità con la legge sul diritto d’autore, si esclude la divulgazione da parte del Committente. Anche un’eventuale collaborazione del Committente alla produzione del software non garantisce a quest’ultimo alcun diritto sull’utilizzo che vada oltre quanto stabilito al punto 12. Il Committente è autorizzato a utilizzare il software solo su una macchina alla volta e spetta a lui decidere su quale macchina. Con utilizzo del software si intende qualsiasi riproduzione (copia) del software, per intero o parziale, permanente o temporanea, creata mediante salvataggio, caricamento, funzionamento o esecuzione del medesimo, ed elaborazione dei dati in esso contenuti mediante hardware. Il Committente non è autorizzato alla duplicazione del manuale d’uso.

12.1.2 La creazione di copie del software per l’archivio o per il back-up è concessa al Committente solo se il software stesso e i materiali complementari (manuale d’uso, imballaggio, ecc) risultano privi di divieti espliciti e se le copie contengono in modo inalterato e integro i contenuti circa il copyright e la proprietà. Qualsiasi decompilazione del codice programma che esuli dalle disposizioni normative è vietata.

12.1.3. Se il software è dotato di una misura tecnica contro la produzione di copie, il Committente riceve una copia sostitutiva dietro restituzione del supporto dati originariamente consegnato.

12.2 ULTERIORI DIRITTI

Qualora venga rilasciata una nuova versione del software, il Committente ha il diritto di scambiare il pacchetto software concesso originariamente in licenza con la nuova versione al prezzo aggiornato di listino; lo scambio si applica al pacchetto software nella sua interezza, come acquistato originariamente dal Committente. In seguito allo scambio, il Committente perde il diritto all’utilizzo del pacchetto software restituito. In questo caso il Committente ha l’obbligo di distruggere immediatamente e integralmente tutte le copie, anche parziali e di back-up, così come le versioni modificate o elaborate del software e le copie, anche parziali e di back-up di queste versioni.

12.3 GARANZIA

12.3.1 Il Committente riconosce l’impossibilità di sviluppare programmi software in modo tale che gli stessi risultino esenti da errori per tutte le destinazioni di utilizzo.

12.3.2 Da parte nostra garantiamo che il software fornito adempirà alle funzioni convenute e possiede le caratteristiche espressamente garantite. Qualsiasi garanzia da noi fornita è subordinata all‘utilizzo conforme agli accordi contrattuali. Un difetto è a noi attribuile solo se il software, nella sua più recente versione, si discosta nel funzionamento da quanto riportato nella descrizione delle prestazioni/documentazione e se il Committente è in grado di replicare tale anomalia. Al fine di esaminare approfonditamente gli eventuali errori riscontrati, il Committente ha l’obbligo di offrire il suo aiuto nella risoluzione degli errori.

12.3.3 Inoltre garantiamo che il software originale è stato memorizzato adeguatamente su un supporto dati testato. Tale garanzia esclude i software preinstallati e i prodotti software forniti da terzi.

12.3.4 I difetti del software riscontrati dall’utilizzatore devono essere documentati e segnalati per iscritto; inoltre si applica quanto al punto 8.3.

12.3.5. La durata della garanzia è sempre di 12 mesi e il termine decorre dalla data di consegna del pacchetto software.

12.3.6 Se il pacchetto software fornito è inutilizzabile o difettoso (12.3.2), sarà sostituito con uno nuovo dello stesso tipo o con un software alternativo equivalente. Se anche questo dovesse risultare inutilizzabile o difettoso e non dovessimo essere in grado di ripristinarne le funzioni a un costo e entro un tempo ragionevoli, almeno quattro settimane, il Committente potrà chiedere una riduzione del prezzo o la rescissione del contratto. Non rimborsiamo al Committente o a terzi i costi sostenuti nel tentativo di correggere l’errore.

12.3.7 Non forniamo garanzie oltre i limiti precedentemente esposti (12.3.6), e, in particolare, non garantiamo né che il software fornito ottempererà alle esigenze specifiche del Committente o dell’utilizzatore, né per le versioni modificate o editate del software (punto 12.1.2), fatto salvo il caso in cui il Committente riesca a provare che non c’è alcuna correlazione tra i difetti e le modifiche o alterazioni. Il Committente solo è responsabile di scelta, installazione e utilizzo del software, cosi come dei risultato che si intendono ottenere con lo stesso.

12.3.8 Nel caso in cui il Committente faccia valere indebitamente la garanzia a copertura dei difetti del software, siamo autorizzati a mettere in conto i costi sostenuti alla tariffazione corrente.

12.3.9 Ogni diritto di garanzia decade nel caso di passaggio di proprietà tra consumatori finali.

12.4. RISARCIMENTO DEI DANNI

12.4.1 Ogni ulteriore diritto da parte del Committente o di terzi, con particolare riferimento a richieste per risarcimento di danni di qualunque tipo, è escluso, fatto salvo il caso in cui la parte lesa riesca a dimostrare che il danno è di natura dolosa o causato per grave negligenza.

12.4.2 In tutti gli altri casi si applica quanto al punto 9.